A Scuola di soccorso per canoisti e guide rafting

“Che cos’è la vita?

 Lo sfavillare di una lucciola nella notte.

 Il respiro sbuffante di un bisonte nell’inverno. 

La breve ombra che scorre sopra l’erba e si perde dentro il sole”.  

Piede di Corvo

1-2-3 maggio si è svolto il corso di soccorso specialistico per canoisti e guide rafting. E’ stato un corso impegnativo dove tutti i ragazzi non si sono risparmiati in acqua. Tante le novità che la scuola nazionale di formazione Rescue Project, ha portato.

Schermata 2015-05-01 alle 10.31.14Canoisti e guide rafting con un buon livello tecnico e di esperienza hanno riscontrato come molte informazioni, recepite negli anni, dal nuoto, al soccorso veloce, sono risultate poco efficaci. Le linee guida negli anni cambiano e si aggiornano, come le canoe non hanno più le stesse lunghezze e forme, anche il soccorso ha avuto notevoli cambiamenti.

Sicuramente negli anni grazie anche alle canoe sempre più performanti e facili, il canoista, si trova a navigare fiumi di elevata difficoltà e pendenza portando il rischio sempre più alto.

soccorso-fluviale-kayakDSC06973_tnTorrenti che negli anni 80 erano solo per pochi, ora sono rapide considerate medio difficili. Il mondo dei canoisti fortunatamente è cresciuto nel tempo. L’attenzione verso la tecnica e l’evoluzione di come andare in canoa è sempre nei discorsi dei kayakers e guide rafting.

Anche il soccorso ha visto dei forti aggiornamenti, sia grazie alle tecniche, che all’equipaggio, anche in relazione alle normative vigenti come ad esempio il D.lg.s. 81/08 il soccorso si è dovuto adattare. Ma non solo, il river rescue ha dovuto trovare delle soluzioni adeguate anche a questi fattori:

– tipologia di soccorso in tratti di fiume molto difficili
– Linee guida semplificate per dare a canoisti con poca esperienza e scarsa conoscenza delle tecniche di soccorso, un risultato finale buono
– Il canoisti potrà trovarsi coinvolto in un soccorso di un compagno, con pochissimo materiale da poter utilizzare, su un tratto di fiume molto pericoloso e con l’aspetto psicologico da tenere in considerazione, visto che sicuramente il soccorso sarà per aiutare un compagno del proprio gruppo in canoa.
– La poca formazione, la non capacità di valutare rischi e la non conoscenza di tecniche di soccorso porta a valutare i pericoli oggettivi in maniera errata, utilizzando tecniche di soccorso sbagliate e non efficaci.

Il corso che si è svolto in queste 3 giornate ha trattato argomenti utili ed essenziali per un canoista. Autosoccorso e soccorso veloce, con l’attrezzatura personale che ogni canoista ha con se. La Scuola però non ha solo fatto informazione in questo campo, ma il corso è stato improntato sotto l’aspetto psicologico. Questo perché:

soccorso-fluviale-kayakDSC06952_tn

1 non c’è soccorso senza stress
2 perché il canoista farà soccorso ad un amico in canoa con lui
3 riconoscere i vari stati di ansia, come affrontarli non solo in un soccorso, ma anche prima di percorrere una rapida
Questi sono solo alcuni dei motivi.

Alla fine del corso i ragazzi che erano arrivati con delle aspettative riguardanti solo la tecniche di soccorso, sono andati via con un bagaglio tecnico, esperienziale e di consapevolezza, molto elevato.

Tutti i ragazzi ci hanno ringraziato comunicandoci che questo corso dovrebbe essere obbligatorio per tutte le persone che vanno in acqua.

soccorso-fluviale-kayakDSC06965_tnTroppo spessoci sono canoisti che pensano di essere aggiornati, troppo spesso si pensa che sia meglio andare a fare un fiume in un fine settimana che spendere dei soldi per imparare delle nozioni. Ma questa è la differenza tra canoisti che sono consapevoli delle loro mancanze e chi non lo sa ancora.

soccorso-fluviale-kayakDSC06979_tnIn questo corso non solo i ragazzi si sono formati, ma hanno voluto formarsi come gruppo. Anche questo è un punto fondamentale. Il rispetto verso il compagno. Un canoista può essere bravo sia in kayak che nel soccorso, ma i canoisti in acqua con lui saranno bravi quanto lui nel caso succedesse qualcosa?

I canoisti e guide rafting presenti ci hanno scritto e lasciato commenti positivi ci hanno detto che questo corso ha cambiato loro il modo di vedere il fiume. Hanno aperto gli occhi su come scendere in canoa e su come valutare rapide e soccorso.

X