Il safety kayak: figlio di un Dio minore

DSC02923

RESCUEPROJECT

Questo articolo vuole offrire un punto di vista diverso e molto importante sull’aspetto della sicurezza in acqua tra compagnie rafting, discese hydrospeed e safety kayak.

La figura del safety kayak, per chi capisce di fiume, riveste un ruolo importante. Alcune guide danno poca importanza a questo ruolo; ma questo è dovuto alla poca conoscenza e spesso sono guide che non sanno andare in kataraft o in canoa e quindi poco conoscono di questo mondo.227916_1041916731969_7111_n

Molte compagnie rafting, quando mettono in acqua un raft, lo fanno perchè o c’è un gommone solo, oppure c’è molta acqua e quindi devono farlo per rientrare nel regolamento federale, utilizzando perciò un mezzo di soccorso che garantisca la sicurezza. Gommone a remi, kataraft, o semplicSchermata 2015-08-19 alle 18.57.24emente un kayak. E qui se ne vedono di tutti i colori. Non essendo una figura formalemente riconosciuta, si pensa che si possa fare quello che si vuole. Ma ci si sbaglia…

DSC06800Devo  dire che la guida sul raft dovrebbe pretendere di avere un safety sufficientemente preparato. Spesso la canoa di sicurezza non  è rappresentata da un professionista. Molte volte vediamo il ragazzetto o quello di passaggio, e poco ci si preoccupa se sarà un buon canoista a tutto tondo. La figura del safety riveste un ruolo importantissimo oltre a dover aver una buona capacità tecnica deve conoscere alcune cose:

1 linee del fiume, deve conoscere dove si lavora, deve conoscere il livello di preparazione delle guide e chi può avere delle difficoltà. Deve avere un occhio di riguardo per le giovani guide.

images-152 Deve sapere le difficoltà che la guida può incontrare. Ogni discesa è diversa. Una guida può sbagliare una linea, può alzarsi o abbassarsi l’acqua; bisogna quindi che il safety kayak sappia capire, oltre alle linee, anche quando una guida è in difficoltà e quindi poterla aiutare nel concreto

3  Deve sapere e conoscere dove i raft possono avere problemi. Quali buchi tengono, quali morte prendere per prestare assistenza, dove è più sicuro stare per evitare di essere investiti dai raft. Rispetto ai livelli d’acqua bisogna capire quali sono i pericoli e dove meglio posizionarsi.


DCIM100GOPRO4 deve essere in grado di entrare nei buchi e prevedere dove le guide possono sbagliare.
La capacità di entrare nei buchi, tirare fuori delle persone, avere il controllo in caso di ribaltamento. Insomma non è un lavoro facile, non possiamo permettere che sia un ragazzetto o una persona con zero esperienza a fare la differenza tra salvare una persona oppure chiudere la compagnia rafting. Questo vale anche  per quando si lavora come safety kayak per l’hydrospeed.

5 gestire le velocità dei raft: bisogna sapere a che velocità devono andare i gommoni per mantenere il gruppo vicino. Bisogna comunicare con il primo gommone se si vuole che dopo un passaggio si fermi. Insomma bisogna avere l’autorità e la professionalità per decidere velocemente cosa è meglio fare

1891034_509944535783510_270797416_n6 comunicare con loro e decidere quale linea è meglio fare. spesso il ruolo del safety prevede anche il compito di fare le linee in caso di fiumi nuovi o in situazioni in cui c’è molta acqua. Ecco quindi che il safety deve conoscere dove i raft possono e devono andare. La capacità di lettura deve essere immediata, non solo del fiume ma anche di “lettura delle abilità dei clienti”…come pagaiano e quindi regolarsi di conseguenza. Bisogna sapere se la guida sarà in grado di andare o non andare in un determinato posto. Come ad esempio bisogna sapere se la guida riuscirà a fermarsi o avrà bisogno di aiuto.

91852-dsc054917 ha la responsabilità in caso di incidente, in quanto responsabile del soccorso. Spesso vedo safety vestiti in pantaloncini. Il safety è colui che si butta in acqua, quello che deve risolvere alcune situazioni critiche, che deve conoscere il soccorso e sapere dare un importante aiuto in tutte le situazioni. Dal pronto soccorso all’emergenza in acqua. Deve poter stare in acqua agevolmente.

DSC033158 Deve saper riportare a riva un gommone e deve saper risalire sul raft ribaltato. Nel caso di ribaltamento il safety deve poter scendere dalla canoa, aiutare la guida a rigirare il raft. Deve esser in grado autonomamente di riportare il gommone a riva. Non quindi un semplice canoista, ma deve avere delle competenze trasversali.

9 Conoscere sistemi di tiro per scartavate un raft. E’ una figura che DSC03350deve avere con sé il materiale e deve conoscere i sistemi di tiro e cosa / come è meglio intervenire. deve essere un riferimento, perchè dispone anche di una visione “da esterno” che ha visto e vede l’accaduto

10 Deve essere un trip leader. Dopo tutti questi punti è normale chiedersi se il trip leader può essere il safety kayak. Certo che si. Ma non solo : è quindi giusto mandare in acqua un ragazzetto o un canoista senza Schermata 2015-07-01 alle 14.22.24esperienza, caricandolo di responsabilità e doveri che non è in grado di capire?

Ecco quindi che spesso questa figura viene messa tanto per soddisfare un regolamento ma senza capirne il valore. Inoltre il safety mette in pericolo la sua vita per gli altri e per i suoi colleghi, spesso trovando guide poco professionali, che non capiscono la difficoltà del lavoro e sottovalutano il fatto che, nel caso di incidente, probabilmente il canoista farà di tutto per aiutare e salvare le chiappe di una guida che spesso non ha più le capacità necessarie per stare in acqua.

Rafting in Trentino e in Val di Sole109Anni fa chi si avvicinava al percorso di guida era un canoista. Il bagaglio IMG_0428tecnico maturato negli anni era necessario ed importante, nonché le fondamenta per costruire tutta l’altra fetta di professionalità legata al raft. Ora chi si avvicina, spesso non ama nemmeno il fiume, è semplicemente uno che cerca un lavoro. Questo porta ad avere sempre meno capacità che, nel momento di incidenti, fanno la differenza. Un canoista per imparare avrà nuotato così tante volte che nuotare per lui sarà normale. Affrontare le rapide, leggere il fiume, per un canoista è sicuramente più facile; questo dovuto anche a i vari fiumi che si navigano in canoa negli anni. Non voglio dire che le guide brave sono solo i canoisti. Voglio dire, che le guide brave sono quelle che fanno questo mestiere perchè amano il fiume e conoscono i propri limiti.
Ma questa  è un’altra storia.

Tutto questo vale anche per l’hydrospeed. Anche qui il safety spesso no sa cosa deve fare. Come spingere le persone, per evitare incidenti, l’attenzione alle velocità e alla coda della propria imbarcazione, come evitare di salire sule gambe dei partecipanti all’attività e molto altro ancora. Il ruolo del safety kayak è  molto difficile e prevede di sapere fare molte cose. Hydroseed, rafting, canoa… capire al volo la situazione ed intervenire. Tutto questo spesso senza l’aiuto degli colleghi molto meno bravi di lui, ma spesso più pagati. Inoltre il safety per me è come il portiere di una squadra di calcio. Se si vince, il portiere non ha fatto niente. Se si perde è tutta colpa del portiere che non ha parato… anche lui figlio di un Dio minore.

Buon lavoro e ti auguro di essere bravo e professionale, perchè probabilmente potrai fare la differenza. Cerca di farti trovare pronto e dì di no se pensi di non essere in grado.

Per informazioni e prenotazioni

CONTATTACI!
Contattaci!
X