SEGNALI IN FIUME

SEGNALI IN FIUME: COME USARLI E COME SI FANNO

I segnali in fiume hanno delle regole che vanno rispettate. Spesso durante i corsi mi chiedono: “Ma qual è il segnale, se devo camminare su sassi scivolosi? O il segnale per dire che la rapida va fatta un po’ a destra poi a sinistra, però non sono sicurissimo?”

Allora: prima di spiegare i segnali in fiume è importante precisare che i segnali non rientrano nel linguaggio per sordomuti. Quindi nascono per comunicare le cose semplici e devono essere pochi e chiari, per non far confusione e comunicare solo le cose realmente importanti.

I segnali devono essere:

positivi ovvero si segnala sempre la cosa da fare (” vai li”  e non “non andare li”)
internazionali
visibili
– possono essere acustici o visivi,
– devono essere chiari,
– devono sempre essere seguiti dalla risposta di aver compreso il messaggio, quindi devono essere ripetuti.

I segnali visivi devono sempre essere preceduti da un segnale acustico.

IMG_1637
– 1 fischio: guardare la persona che ha fischiato; importante quindi interrompere ciò che si sta facendo e osservare subito la persona che ha fischiato

– 2 fischi: guardare a monte, magari sta arrivando qualcosa, oppure si sta avvicinando un canoista etc..

– 3 fischi: guardare a valle

– più di 3 fischi lunghi e prolungati: si ha bisogno di aiuto.

I segnali sonori, durante le movimentazioni in verticale, cambiano e comunicano dei veri e propri “comandi”:
1 fischio : stop
2 fischi: CA-LA
3 fischi: LI-BE-RA
4 fischi: RE-CU-PE-RA

Segnali visivi
Prima di tutto i segnali devono essere così organizzati. Immaginiamo una persona che fa il segnale di stop, allargando le braccia, la procedura sarà quindi:
– 1 fischio, la persona che ha fischiato indica il canoista o la guida e fa il segnale di STOP.
– la persona chiamata in causa, alza prima il braccio per dire: IO poi fa il segnale di STOP (quindi lo ripete)
– la persona che ha fischiato precedentemente, ora accertato che il canoista ha capito il segnale corretto, da il segnale di OK ( ovvero gli comunica “si il segnale che ti ho fatto l’hai capito”) e il ragazzo chiamato fa il segnale di OK.
Quindi ogni comunicazione finisce con 2 ok ed inizia con un fischio.

SEGNALE DI STOP

IMG_1650 IMG_1570 IMG_1568 IMG_1569

SEGNALE DI VIA

IMG_1567 IMG_1566 IMG_1565

SENALE DI OK

IMG_1688 IMG_1680 IMG_1681

CAPPOTTO

IMG_1652 IMG_1651

PASSA AL CENTRO

IMG_1670 IMG_1592 IMG_1565

PASSA CENTRO DESTRA

IMG_1571 IMG_1577 IMG_1574 IMG_1675

PASSA A DESTRA

IMG_1575 IMG_1578 IMG_1572

PASSA TOTALMETE A DESTRA

IMG_1579 IMG_1576 IMG_1573

ACQUA BASSA

IMG_1639 IMG_1638

VAI IN MORTA

IMG_1598 IMG_1601 IMG_1593 IMG_1592

SICUREZZA

IMG_1602

FARE UN BOOF

IMG_1617 IMG_1616

PASSARE SULLA LINGUA D’ACQUA

IMG_1629

PASSARE SUL NASO DEL SASSO

IMG_1630

PRONTO SOCCORSO O AIUTO

IMG_1620 IMG_1621 IMG_1673

BUCO CHE TIENE

IMG_1640 IMG_1641

VIENIRE DA ME

IMG_1613 IMG_1614

RAPIDA DA CAMMINARE

IMG_1603

TU RECUPERA

IMG_1648 IMG_1644

TU MOLLA

IMG_1649 IMG_1647

RAPIDA DA GUARDARE

IMG_1642 IMG_1643

MANOVRA FINITA SMONTA

HO BISOGNO DELLA CORDA

IMG_1633 IMG_1632

PERSO LA PAGIAIA

IMG_1619

IMG_1618

MOSCHETTONE

IMG_1635

AVVICINATI

IMG_1610

ALLONTANATI

IMG_1612 IMG_1611

VAI PIANO

VAI VELOCE

IMG_1595 IMG_1594 IMG_1589 IMG_1590

IMG_1591 IMG_1592 IMG_1593

CONTA LE PERSONE

IMG_1603 IMG_1604

NON VEDO

IMG_1605

NON HO CAPITO CANCELLA E RIFAI

IMG_1607 IMG_1606

NON LO SO

IMG_1615

NUOTA

IMG_1609 IMG_1608

CRAVATTA

IMG_1628

SEGNALI POCO UTILI e SBAGLIATI

IMPRATICABILE si può confondere con aiuto-pronto soccorso. L’impraticabile per alcuni può essere navigabile quindi spesso è soggettivo. Quello che consiglio è dare il comando di stop. La differenza tra fermarsi in morta e lo stop consiste principalmente che, nel fermarsi in morta ci si può fermare con calma, ma se si da il comando stop ci si deve fermare immediatamente.

IMG_1622

STOP: questo nel gergo comune si usa per dire di fermarsi, nella comunicazione “comune” si mette la mano aperta verso avanti e si dice aspetta, magari scuotendo bene la mano per far capire che è una cosa da fare velocemente. Ma in fiume proporzioni e pendenze potrebbero influire per creare una incomprensione. Infatti dire “aspetta” così potrebbe essere interpretato come vai veloce. Decisamente il contrario di quello che si voleva comunicare … quindi molto rischioso.

IMG_1624

OK: i segnali devono essere visibili anche da ontano con l’utilizzo dell’OK in questo modo non potrebbe essere visibile a lunga distanza

IMG_1626 IMG_1627

Questi (tranne gli ultimi) sono solo alcuni dei segnali che si possono usare in fiume. Diciamo che con questi riusciamo a rispettare i requisiti delle comunicazioni in fiume per essere chiare, comprese e capite. Prima di scendere un fiume è necessario fare sempre un briefing per parlare e condividere come si navigherà, modalità di comunicazione e segnali.

Per informazioni e prenotazioni

CONTATTACI!
Contattaci!
X